martedì 27 ottobre 2009

Vestire i bambini: il rosa e il blu

L'altro giorno ero in giro con la Baby nel passeggino e una amabile vecchietta mi ha incontrato e ha subito esclamato: "Ma che bel bambino"

Ho prontamente risposto: "Grazie signora, ma è una bimba"

E la vecchietta con malcelata diapprovazione mi dice:
"ah ma sa con quel maglione blu e i jeans..."

Volevo troncare la conversazione e provocare un po' la vecchina quindi, ostentando la massima tranquillità, le ho detto:
"lo so, ma io ho sempre sognato un maschio, ma purtroppo è arrivata una femmina, allora la vesto e la tratto come un maschietto..."
(Naturalmente non è vero)

La distinta signora è rimasta senza parole ed è scomparsa in pochi istanti.

In seguito mi sono chiesto come nasce questa mania per il rosa e per il blu, che davvero non condivido nè dal punto di vista estetico nè, tantomeno, da quello educativo.

Le foto che vedete sono di una fotografa coreana che ha ben descritto l'ossessione per l'abbinamento genere-colore in una collezione di scatti dal titolo "The Pink & Blue Project"

1 commento:

  1. Lisa Francovich8 febbraio 2010 14:17

    Sembra che il blu fosse un colore ritenuto anticamente (dove? quando?) protettivo contro streghe, spiriti maligni e malocchio. Si metteva ai bimbi maschi perchè ritenuti più importanti delle femmine...... abbiam a quanto pare ereditato questa impostazione, anche se non sarà stata certo l'unica in tempi storici. E il rosa per le bimbe? Mha!

    RispondiElimina